• Accedi
  • Nessun prodotto nel carrello.

Guida alla scelta di un’università telematica in Italia: i pro e i contro

Scegliere l’università telematica giusta a cui iscriversi è sicuramente difficile, visto che ci sono diversi fattori da ricordare.

Ricordiamo prima di tutto che gli atenei online riconosciuti dal MIUR (Ministero dell’Istruzione, l’Università e la Ricerca) e che quindi hanno lo stesso valore legale di quelli tradizionali sono 11: Unimarconi, eCampus, Uninettuno, Unicusano, Unitelma Sapienza, IUL, San Raffaele, Mercatorum, UniFortunato, UniPegato e UniDav.

In queste università ci sono disponibilità di corsi di laurea breve, specialistica/magistrale, di specializzazione e Master Online di primo e secondo livello, corsi di alta formazione e di perfezionamento.

Nello specifico è possibile trovare corsi di Scienze Politiche, Scienze Motorie, Scienze della Formazione, Scienze della Nutrizione, Scienze dell’Amministrazione, Scienze Biologiche, Psicologia, Pedagogia, Moda, Lingue, Lettere, Ingegneria, Giurisprudenza, Filologia, Economia, Design, Architettura, Agraria, Archeologia.

Ogni ateneo ha caratteristiche diverse che possono fare al caso di uno studente piuttosto che di un altro, per questo motivo sono diversi i fattori da considerare nella scelta della migliore università telematica.

Pro delle università telematiche

Tutte le università telematiche mettono a disposizione il materiale didattico, perciò, non ci sono spese extra per libri e dispense. Le lezioni sono effettuate infatti in modalità e-learning con video disponibili in maniera sincrona e asincrona, h24, 7 giorni su 7. Bisogna specificare che alcuni atenei prevedono degli obblighi di visualizzazione delle lezioni prima di iscriversi all’esame di profitto, perciò, chi non ha molto tempo per seguire tutto dovrebbe stare attento a quali facoltà hanno l’obbligo o meno.

eCampus, Unitelma Sapienza, UniMarconi e San Raffaele sono considerate quelle più amate, sia perché sono le più storiche, sia perché hanno un’offerta formativa molto ampia. eCampus per esempio offre molti servizi, mentre Unimarconi viene segnalata come l’ateneo più economico in assoluto, con un livello di didattica comunque molto alto. La San Raffaele invece ha corsi molto specifici, che vanno dalla Nutrizione al Design, complicati da trovare in altre università.

Sempre per quanto riguarda i costi totali il risparmio riguarda anche il fatto che non c’è bisogno di mantenersi da fuori sede o fare il pendolare, perché è necessario recarsi in sede solo per gli esami. Nella scelta della migliore università, quindi, bisogna capire anche quali sono gli atenei che hanno una succursale nella propria città o una città limitrofa. Anche le modalità di esame sono fondamentali per questa decisione: alcune università prediligono le prove scritte, mentre altri quelle orali e altri ancora modalità mista oppure test esclusivamente a crocette.

Per approfondire vedi anche i punti di forza delle università online.

Contro degli atenei online

Ci sono comunque anche dei fattori negativi negli atenei online, soprattutto per chi vorrebbe avere un rapporto diretto con gli altri iscritti e con i docenti, come accade nelle università frontali. Fortunatamente alcune università per via telematica hanno a disposizione un campus in cui incontrarsi, esattamente come succede negli atenei online. A Roma abbiamo l’esempio di Unicusano ed Unitelma Sapienza, quest’ultima aiutata anche della storica università capitolina La Sapienza.

Inoltre rispetto alle tradizionali, le università telematiche non hanno la retta che varia in base all’ISEE (quindi alla fascia di reddito d’appartenenza), però ogni ateneo ha diverse agevolazioni e convenzioni da consultare prima dell’immatricolazione. Generalmente ci sono agevolazioni per i dipendenti di sindacati, associazioni e misteri, quelle con le forze dell’ordine e i vigili del fuoco, quelle con i familiari di dipendenti ATAC).

Pochi contro, non a caso il numero di iscritti negli ultimi anni è aumentato notevolmente: basti pensare che “nell’anno accademico 2010/11 il totale era inferiore alle 40.000 unità, mentre nel 2017/18 il numero è salito fino a superare i 93.000 iscritti”, riporta Adnkronos.

0 Giudizi su "Guida alla scelta di un’università telematica in Italia: i pro e i contro"

Lascia un Messaggio

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

©Universando.com - email: marketing@universando.com
X