• Accedi
  • Nessun prodotto nel carrello.

10 consigli su come vendere il proprio sito

Molti di voi, studenti e non, hanno un proprio blog o un sito con cui dilettarsi e magari anche guadagnarci qualcosa. Se state pensando di acquistare o vendere un sito web, probabilmente avete già sentito parlare di Flippa. È il più grande mercato online per i siti web.

La maggior parte delle persone che mette in vendita un sito web, finisce per svenderlo (per esempio, a soli $ 100), o non venderlo affatto. Come mai? La maggior parte delle volte colui che si occupa della vendita non svolge un buon lavoro. Se si vuole massimizzare la possibilità di vendere (e il profitto), i suggerimenti qui di seguito vi aiuteranno.

1. Assicuratevi che il vostro sito web sia fonte di guadagno

vendere il proprio sitoQuesto è il fattore più importante. Se si vuole vendere un sito web con successo, questo deve permettere di guadagnare. Anche se il vostro sito ha un traffico enorme in termini di visitatori, questo non basta per venderlo a buon prezzo. Certo, si potrebbe vendere, ma ad un prezzo molto inferiore al valore reale del sito. Se il vostro sito guadagna al massimo $ 50 al mese per esempio, scordatevi di venderlo… Aspettate e cercate, nel frattempo, di migliorare il traffico, incrementando le entrate almeno a $ 300 al mese, e poi inserite il sito negli annunci. Se il ricavo di $ 300 proviene da AdSense di Google, per esempio, è possibile vendere il sito per un prezzo fino a $ 8.000. Ovviamente, più aumentano le entrate e meglio riuscirete a vendere il vostro sito. Ricordate che dovrete dimostrare la prova dei guadagni, e che la maggior parte degli acquirenti calcola i ricavi sulla media degli ultimi quattro o sei mesi.

2. Assicuratevi di avere i dati di Google Analytics

La maggior parte dei compratori seri vorranno vedere i vostri dati di Google Analytics prima di fare un’offerta ufficiale. Useranno questo metodo per verificare i livelli di traffico, e per assicurarsi che il modello è compatibile con i ricavi pronosticati. Ancora una volta, vi saranno richiesti i dati risalenti agli ultimi sei mesi almeno. Se avete intenzione di vendere il vostro sito web, quindi, sarebbe saggio installare Google Analytics almeno sei mesi prima della vendita.

3. Lavorate sul vostro voto di fiducia

Ogni membro di Flippa ha una valutazione di fiducia, e la maggior parte degli acquirenti lo controlla prima di piazzare l’offerta. In altre parole, più alto sarà il voto di fiducia, maggiore è la possibilità di vendere il vostro sito. Di conseguenza si dovrebbero attivare tutte le azioni che potrebbero migliorare il voto di fiducia (ad esempio, mettere in collegamento l’account di Flippa con Facebook e LinkedIn, verificare il vostro numero di telefono e così via).

4. L’asta deve durare 7 giorni

Sette giorni è la durata ottimale per un asta su Flippa. In questo periodo di tempo si è sicuri che maggior parte degli acquirenti vedranno l’asta (ad esempio, coloro che accedono durante la settimana e quelli che accedono durante i fine settimana), e si creerà nel contempo un senso di urgenza su coloro che sono interessati. Molte persone impostano la lunghezza dell’asta a 30 giorni, e l’offerta perde alla fine di importanza e di interesse. In questo caso infatti, molti acquirenti interessati si asterranno dalla gara perché avranno molto tempo a disposizione e poi se ne dimenticheranno, altri ancora vedranno l’asta una volta e poi se ne dimenticheranno completamente.

5. Impostare un’offerta minima elevata

Se si imposta un’offerta minima, accanto alla vostra asta verrà visualizzato il messaggio d’offerta con un brillante colore verde. Questo è un grande incoraggiamento per i potenziali acquirenti, e li stimola a fare un’offerta. E non preoccupatevi che l’offerta sia troppo bassa rispetto al valore reale del sito: è sempre possibile impostare un’offerta minima elevata.

6. Fissare un prezzo ragionevole del “Compra Subito”

Il prezzo “Compra Subito” consente ad un acquirente realmente interessato al vostro sito di evitare una guerra di offerte e di acquistare il sito web pagando quello che voi pensate valga effettivamente. Il problema è che la maggior parte dei venditori hanno un’idea realistica circa il valore dei loro siti web, e quindi hanno fissato i prezzi troppo elevati: questo non giova i venditori, perchè scoraggia gli acquirenti. Cercare quindi di impostare un prezzo ragionevole.

7. Non arricchite troppo la descrizione

Non esagerate nella descrizione delle caratteristiche del vostro sito, altrimenti la gente penserà che avete un disperato bisogno di vendere e che il vostro sito non è niente di serio. Esempi di osservazioni da evitare sono: “Un potenziale enorme”, “Una opportunità unica!”, “La mia perdita è il tuo guadagno”. In secondo luogo, non ipotizzate che il vostro sito offre ottime possibilità di guadagno… Alcuni siti web sono in vendita con guadagni effettivi di $ 10 al mese e nella proposta di vendita si trova scritto : “Questo sito web ha le potenzialità per fare guadagnare facilmente 4.000 dollari al mese!”.

8. Risposta ad ogni commento

E ‘importante per rispondere ad ogni singolo commento che viene fatto alla vostra offerta, perché questo non solo incoraggerà i commentatori a fare un’offerta, ma migliorerà anche la credibilità generale della vostra asta. In secondo luogo, non cancellate un commento, a meno che non abbiate una buona ragione per farlo. I commenti cancellati vengono segnalati con le bandiere rosse su Flippa, perché di solito i venditori cercano in questo modo di nascondere qualcosa sui loro siti web.

9. Date una ragione plausibile per la vendita

Una delle prime cose che la gente vi chiederà è perché state vendendo il vostro sito. Se non vi è alcuna ragione plausibile, gli acquirenti supporranno che lo stiate vendendo perché non ha guadagni.

Invitate compratori qualificati
Se si desidera ottenere maggiori offerte sulla vostra asta, è possibile invitare direttamente a partecipare acquirenti qualificati. Prima di tutto navigate attraverso il mercato alla ricerca di siti web simili ai vostri (che sono aperti all’asta o già stati aggiudicati). Quando ne trovate uno, leggete i commenti, e cercate di trovare utenti con un punteggio alto in termini di fiducia che facevano domande sull’asta. Si tratta di acquirenti qualificati, ed è possibile inviare loro un messaggio invitandoli a visualizzare le proprie aste.

10. Pubblicate la vostra offerta in Homepage

Quando create il vostro annuncio, chiedete la pubblicazione sulla homepage di Flippa. Il costo è di $ 29, ma darà alla vostra asta un sacco di visibilità, perché la maggior parte compratori sfoglia sicuramente per prima e a volte solo esclusivamente la home del sito. È possibile acquistare l’aggiornamento in home una seconda volta, anche quando la vostra asta è scivolata in seconda pagina. Questa è una buona idea se dopo i primi due o tre giorni non avete ancora ricevuto offerte qualificate.

1 Giudizi su "10 consigli su come vendere il proprio sito"

  1. Ciao vi segnalo venderesito.net, il nuovo marketplace italiano per la compravendita di domini e siti web!

Lascia un Messaggio

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X