5 consigli per migliorare la memoria

Ogni studente si trova nel corso degli anni accademici a dover immagazzinare e ricordare un ampio numero di nozioni e informazioni. Proprio per questo la memoria (oltre ovviamente a un metodo di studio efficace, una buona logica e alle capacità di ragionamento) è uno degli strumenti principali per ottenere dei buoni risultati.

Spesso, però, si commette l’errore di legare i risultati mnemonici solo alla quantità dello studio, ma nella maggior parte dei casi non è così. Il metodo di studio e l’applicazione, infatti, sono solo alcuni degli strumenti per migliorare la propria memoria.

consigli-migliorare-memoriaIl cervello,  proprio come il fisico, ha bisogno di essere allenato e curato ed è proprio in questo modo che si ottengono i migliori risultati per la propria memoria.

Di seguito si illustrano 5 consigli utili per migliorare l’apprendimento, da applicare in particolar modo quando si preparano sessioni intense d’esame, ma anche nella vita quotidiana.

1)      Apprendimento generale: per mantenere sempre allenata la memoria è fondamentale la costante applicazione della stessa. Al di là quindi dello studio vero e proprio si consiglia di imparare a memoria dati semplici di uso quotidiano (numeri di telefono, codici, poesie…)

2)      Sonno: chi dorme poco fa più fatica a ricordare, perché durante la notte il cervello rielabora e organizza le informazioni apprese durante la giornata

3)      Alimentazione: un’alimentazione equilibrata aiuta a mantenere in forma il cervello. Cibi particolarmente adatti sono: mirtillo nero, broccoli, noci e agrumi. Inoltre bisogna bere molto, una leggera disidratazione può rendere la memoria meno reattiva

4)      Ginnastica: allenare la memoria con esercizi di ogni tipo, anche ludici. Oltre alla ripetizione delle nozioni a voce alta anche giochi tipo scacchi e dama possono tenere allenato il cervello e aiutarlo a mantenersi in forma

5)      Organizzazione: prendere  appunti, schematizzare i concetti, associare immagini a nozioni aiuta l’apprendimento mnemonico, perché sviluppa anche la memoria visiva e associativa.

Oltre a questi semplici consigli esistono corsi e manuali articolati e professionali riguardo metodi complessi realizzati da professori e mnemonismi esperti. Perciò chi volesse migliorare le proprie prestazioni di memoria, dopo aver applicato questi semplici consigli, può approfondire il discorso attraverso questi strumenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.