• Accedi
  • Nessun prodotto nel carrello.

Donne e lavoro: alcune statistiche

Anche se le donne hanno certamente fatto passi da gigante nel mondo del lavoro rispetto a qualche anno fa, il sesso debole continua a guadagnare ancora il 19% in meno rispetto ai colleghi maschi (dato che emerge da un sondaggio del US 2010 Bureau of Labor Statistics). Per questo è importante che le donne scelgano con attenzione il loro percorso professionale. Sempre secondo l’US Department of Labor, le donne faranno molti progressi significativi nel campo del lavoro entro il 2014, come ha dichiarato l’ultimo rapporto dell’agenzia: “per la forza lavoro maschile si prevede una crescita del 9,1 per cento dal 2004 al 2014, rispetto al 10,9 per cento per le donne. ”
Ecco un elenco delle principali professioni in cui si registra la più alta presenza femminile tra gli occupati:
donne e lavoroUn settore già fortemente dominato dalle donne è quello dell’assistenza sanitaria. La percentuale di donne occupate in questo settore è del 78 per cento; i guadagni medi annuali si aggirano intorno ai 32.000 $, e la crescita occupazionale prevista entro il 2014 è del 27,3 per cento (dati relativi agli USA).

Le donne tendono a dominare nell’occupazione nel settore dei servizi (in particolare quello delle risorse umane), che include tutte quelle posizioni legate al reclutamento del personale. In generale, le donne possiedono maggiori capacità d’ ascolto e maggiore disposizione ad entrare in empatia con le altre persone, abilità, queste, fondamentali per le Human Resource. La percentuale di donne impiegate nel settore delle Risorse Umane è del 57,4 per cento; i loro redditi si aggirano in media sui $ 21.320 e la crescita di occupazione femminile in questo campo ci si aspetta che cresca del 45,5 per cento entro il 2014. Si tratta quindi di una grande fetta di mercato del lavoro per le donne.

Il settore educativo è da sempre un campo molto femminile e comprende posizioni come docenti, tutor e dirigenti scolastici. Insegnare ai bambini è sempre stato un lavoro importante per le donne professioniste, ma ora il dominio femminile del settore è salito anche alle alte cariche universitarie. L’industria del servizio educativo è composto da un impressionante 69 per cento di presenza femminile, con una retribuzione media di 36.370 $, e la crescita delle donne occupate in questo settore entro il 2014 del 16,6 per cento.

Le carriere che compongono il campo socio-assistenziale sono ampie e variegate (le cifre qui escludono chi lavora negli asili), ma tutte si riferiscono all’aiuto e al sostegno delle persone bisognose. Le opzioni di lavoro sono: l’assistente sociale, il consulente sanitario-comportamentale nei centri per malati mentali e manager della sicurezza sociale. La percentuale di donne in questo campo si aggira intorno al 73,8 per cento, la retribuzione media annua per le donne è $ 22,979, e la crescita prevista in questo settore è 32,6 per cento entro il 2014.

Gli enormi progressi in atto nel settore farmaceutico implicano un crescente bisogno di persone di talento che scelgano di lavorare in questo campo lucrativo. Sempre più donne stanno studiando chimica e farmacia nelle università e iniziano le loro carriere in un settore un tempo quasi esclusivamente maschile. La percentuale delle donne nel campo di produzione farmaceutica e la medicina è 46,3 per cento; redditi medi sono di 44.420 $, e il previsto aumento delle donne nel settore è un significativo 26,1 per cento entro il 2014.

Il campo delle pubbliche relazioni e del marketing è sempre più legato a volti femminili. Le donne hanno un senso intuitivo di ciò e di quanto un messaggio pubblicitario può far vendere; le donne sono molto creative e hanno una buona capacità di creare marchi e pensare a slogan originali e accattivanti. Le donne rappresentano il 52,3 per cento dei lavoratori del settore della pubblicità e delle pubbliche relazioni, i loro guadagni medi annuali sono 38.370 $, e il previsto aumento delle donne in questo campo è 22,4 per cento entro il 2014. Per le donne creative e intraprendenti, questo è un campo eccezionale.

Nel campo dell’assicurazione vengono scelte sempre più le donne perché sono più empatiche e in grado di relazionarsi con i clienti. La percentuale delle donne nel settore assicurativo è pari al 60,9 per cento; il guadagno medio annuale è di 38.590 $, e la loro crescita all’interno del business si prevede raggiunga il 9,5 per cento entro il 2014.

La giurisprudenza: questa è una classe di occupazioni dove le donne hanno fatto enormi progressi. Fino a qualche anno fa, la professione dell’avvocato era quasi interamente dominata dagli uomini. Ancora una volta forse, l’aumento dell’occupazione femminile in questa disciplina è dovuto alla capacità delle donne di ascoltare e comprendere diversi punti di vista e di instaurare rapporti più empatici con i clienti. La percentuale di donne che lavorano in questo settore è di 66,9 per cento, i guadagni annuali medi sono di 28.007 $, e la previsione di crescita delle donne nel settore, entro il 2014, dovrebbe raggiungere il 14,5 per cento.

0 Giudizi su "Donne e lavoro: alcune statistiche"

Lascia un Messaggio

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

©Universando.com - email: marketing@universando.com
X