Guadagnare viaggiando: 10 modi per mantenersi viaggiando

Guadagnare denaro da qualsiasi parte del mondo viaggiando liberamente potrebbe sembrare un sogno irrealizzabile. Tuttavia, migliaia di persone hanno già realizzato questo sogno e si mantengono viaggiando. In questo articolo troverai 10 modi per guadagnare denaro viaggiando.

Tra coloro che guadagnano viaggiando, ci sono anche liberi professionisti che lavorano, ad esempio, nel campo del marketing digitale. Per tale lavoro, sono necessari solo un computer e l’accesso a Internet. Il guadagno stimato può essere calcolato dalle tariffe orarie medie (ad esempio, su Upwork).

Di seguito troverai i modi migliori per guadagnare viaggiando.

guadagnare viaggiando

Come Viaggiare e fare soldi

È difficile individuare i modi migliori e peggiori per fare soldi viaggiando, poiché il metodo ideale dipende da ogni singolo caso. Detto questo, esplora tutti i metodi seguenti per trovare l’approccio migliore per te. Alcuni metodi possono anche essere combinati per generare entrate ancora più elevate. Ad esempio un blog di viaggi e nel contempo la vendita online delle tue foto di viaggio.

1.Diventare Travel Blogger

Il tuo sogno di viaggiare per il mondo e fare soldi dovrebbe idealmente essere combinato con le opportunità offerte dal viaggio. Ad esempio, puoi condividere le tue storie e le tue esperienze di viaggio con le persone e guadagnare denaro attraverso la pubblicità o il marketing di affiliazione (vendendo servizi o consigliando hotel). Per questo, dovrai:

  1. Creare un sito Web: non è così difficile come sembra. Ci sono molti tutorial online per imparare a creare un sito. Come soluzione alternativa, puoi assumere un freelance che lo farà per te. Ad esempio, su Fiverr, un sito web base di viaggi può costare anche solo $ 150 /$ 200. Controlla qui.
  2. Creare contenuti: si tratta di un processo continuo. Devi scrivere articoli che indirizzeranno traffico sul tuo sito da Google o da altre fonti di ricerca. Idealmente, dovresti scrivere 2- 3 articoli a settimana.
  3. Monetizzare il traffico entrante: una volta creati i contenuti e attirato visite, puoi cominciare a monetizzare il tuo blog.

I blog di viaggio spesso generano entrate solide, ma non immediatamente. Dovrai creare contenuti che attirino le persone sul tuo blog. In questo Google impiega tempo prima di verificare la qualità dei tuoi contenuti e iniziare a “consigliare” il tuo blog ad un pubblico potenziale. Ma una volta indicizzato comincerai a ricevere molte visite.

Come Guadagnare con un Blog di Viaggi

La pubblicità è il metodo principale per guadagnare denaro per la maggior parte dei travel blogger. Questa può essere sotto forma di annunci contestuali (ad esempio, con Google Adsense o Mediavine) oppure tramite l’Affiliate Marketing. Cioè quando proponi  servizi o prodotti di altre aziende e percepisci una commissione sulle vendite effettuate tramite il tuo sito. Facciamo un esempio:

Hai visitato Barcellona e conosci alcuni buoni hotel. Consigliali sul tuo blog al tuo pubblico, aggiungi un link a quegli hotel su Booking.com o Trivago e ricevi una commissione del 4% su ogni prenotazione.
Sai quale tour fare a Londra e quale no? Aiuta il tuo pubblico consigliando un tour e una prenotazione online su GetYourGuide o Viator e guadagna una commissione dell’8-10% su ogni prenotazione.

Sulla piattaforma Travelpayouts troverai oltre 100 aziende che si occupano di viaggi, come WayAway, GetYourGuide o TripAdvisor, e potrai guadagnare raccomandando vari servizi di viaggio al tuo pubblico, inclusi voli, hotel, escursioni, noleggio auto, ecc..

Fare il Travel Blogger non è un’idea banale. Anche se non hai mai avuto un blog prima, sei sempre in tempo per cominciare e generare un reddito solido. Chi ha cominciato da meno di un paio di anni riesce già a guadagnare più di €1.000 al mese.

In alternativa considera l’opzione di un blog sotto forma di canale YouTube o account Instagram (o qualsiasi altro account di social media), che non richiede di creare necessariamente un sito web.

guadagnare viaggiando

2.Vendere Foto Online

Sei già in viaggio, e stai visitando posti straordinari le cui foto potrebbero tornare utili ad altre persone. Certo, puoi pubblicare queste foto sul tuo Instagram e ricevere Mi piace, ma puoi anche scegliere di venderle ad altre persone per i loro scopi commerciali.

Non è necessario cercare personalmente i clienti sul mercato se si utilizzano piattaforme in cui si incontrano venditori e acquirenti, come ad esempio:

Prima di metter in vendita le foto, verifica le caratteristiche che richiedono queste piattaforme. Ad esempio, tali piattaforme spesso richiedono foto ad alta risoluzione, l’assenza di volti riconoscibili nelle foto, autorizzazioni extra per utilizzare i nomi di marchi e così via.

Anche la qualità delle tue foto è importante, ma grazie alle moderne tecnologie, anche su un iPhone, puoi scattare una foto che non solo sarà accettata dagli stock fotografici, ma verrà venduta con successo molte volte. Naturalmente, le macchine fotografiche professionali possono aumentare significativamente la qualità delle tue foto e, con ciò, le tue possibilità di generare buoni guadagni. Tuttavia, l’unicità e originalità della tua foto è ciò che conta maggiormente.

Ovviamente troverai tanta concorrenza, ti consiglio a tal proposito di concentrarti su una nicchia specifica (ad es. Cibo, trasporti, natura..) o seguire un corso di fotografia aggiuntivo per imparare bene come fare una foto e quindi guadagnare di più. Alcuni corsi li trovi su:

La vendita di foto su siti di photo stock può diventare un’ottima fonte di reddito e coprire le tue spese di viaggio. Inoltre, se decidi di diventare allo stesso tempo un travel blogger, avrai sicuramente bisogno anche di foto per il tuo blog. Pertanto, questi metodi possono essere facilmente combinabili.

vendere foto online

3.Vendere Video

I video ultimamente stanno guadagnando popolarità ed è uno dei modi migliori per fare soldi viaggiando. Proprio come con le foto, puoi registrare video e venderli su piattaforme specializzate:

Come per le foto, anche nella nicchia dei video c’è concorrenza, quindi studia bene il mercato. I tuoi clienti potranno essere sia aziende che privati, o YouTubers che hanno bisogno di un video per il loro progetto.

Dovrai investire in attrezzature e apprendere almeno competenze minime di editing video. Come per le foto, la vendita di video può essere una fonte di reddito primaria o aggiuntiva per te mentre viaggi.

4.Copywriting

Il Copywriting potrebbe essere un altro valido modo per guadagnare viaggiando. Come copywriter principiante, puoi guadagnare circa 5 centesimi a parola. Man mano che le tue abilità migliorano, il tasso può aumentare in modo significativo. In media, i creatori di contenuti di viaggio ricevono 10 centesimi a parola.

Offri i tuoi articoli non solo alle aziende, che spesso hanno autori interni all’azienda, ma anche ai blog di viaggi di successo. Puoi anche offrire i tuoi servizi in gruppi specializzati su Facebook dove si riuniscono i blogger di viaggio.

Migliorando le tue capacità di scrittura, anche in termini di SEO e posizionamento degli articoli sui motori di ricerca, potresti guadagnare molto di più. A tal proposito potresti approfondire queste tematiche seguendo dei corsi online specifici (anche se in inglese, ma con sottotitoli). Esempio:

5. Fare il Freelance

Il lavoro da freelance ti consente di viaggiare e svolgere diversi lavori online, come ad esempio:

  • Traduzioni
  • Raccolta dati
  • Graphic design
  • Data Analyst
  • E centinaia di altre opzioni

puoi lavorare dalla Francia, la settimana seguente dall’Inghilterra e il mese dopo dalle Filippine. Ovunque tu sia, se hai un computer e accesso a Internet puoi lavorare.

guadagnare viaggiando: freelance

Puoi trovare clienti tramite il tuo sito web dove puoi caricare il tuo portfolio o tramite piattaforme online, come Fiverr. Puoi chiedere €10 l’ora per un lavoro semplice e € 25-40 se sei esperto in una nicchia ristretta. Puoi controllare le tariffe approssimative per i vari lavori in questa pagina.

6.Lavorare in un’azienda del posto

Anche se preferisci lo stile di vita dei nomadi digitali, non limitarti al lavoro online. Molte aziende all’estero assumono part-time per lavori tradizionali come:

  • receptionist
  • cameriere
  • raccoglitore di prodotti agricoli
  • istruttore

oppure potresti fare lezioni private di Italiano.

7.Lavorare sulle Navi da Crociera

Le navi da crociera non sono un ambiente di lavoro da sogno, ovviamente. Mentre gli ospiti si rilassano e si divertono, tu devi lavorare. Alcune compagnie inoltre non consentono al personale di utilizzare le strutture di intrattenimento (piscine, cinema, ecc.). Tuttavia, questa è una grande opportunità per essere pagato per viaggiare. In alcune crociere puoi guadagnare più di $ 3.000 al mese e vedere più paesi contemporaneamente.

8.Fare Volontariato all’estero

Anche se il volontariato riguardi in particolare l’aiuto, puoi anche risolvere i tuoi problemi finanziari unendoti a progetti di volontariato all’estero. Ci sono molti progetti in tutto il mondo in cui puoi aiutare e, in cambio, ottenere un posto dove vivere, cibo e (a volte) denaro.

Non vale la pena considerare il volontariato come un modo completo per viaggiare per il mondo e fare soldi, ma se vuoi vedere il mondo e aiutare chi ha bisogno, questa è un’ottima opzione.

Puoi trovare progetti di volontariato a prezzi accessibili all’estero su https://www.lovevolunteers.org/ o piattaforme simili.

Nota: fai molta attenzione a non partecipare a programmi che ti chiedono di trasferire denaro in anticipo. Ci sono molte truffe in questa nicchia, che nella migliore delle ipotesi si tradurranno in una perdita di denaro.

9.Fare Consulenze

Fare consulenze è uno dei modi insoliti, ma efficaci per fare soldi viaggiando. Puoi fare consulenze sia locali che lavorare da remoto.

Ad esempio, se sei nel mondo della contabilità in Italia, ci saranno clienti nelle Filippine o in Inghilterra che potrebbero aver bisogno del tuo aiuto con le tasse e altre cose relative ai finanziamenti in Italia.

Nelle consulenze sono utili un portfolio e/o referenze del tuo lavoro passato, poiché i clienti di solito scelgono solo quelli di cui non hanno dubbi sulla competenza.

Puoi anche sfruttare la tua posizione geografica e dare consigli a persone al di fuori del paese che stai visitando. Ad esempio, se viaggi in India, i clienti potrebbero aver bisogno di informazioni su quel paese che non si trovano online.

10. Consegne Peer-to-Peer

Ogni giorno, milioni di persone in tutto il mondo devono inviare documenti e altre piccole cose tra città e paesi. Alcuni di loro usano DHL o altri servizi postali; tuttavia, esiste un’alternativa perfetta: la consegna P2P.

Se per esempio stai volando in una nuova città o un nuovo paese, potresti consegnare un documento o un prodotto per conto di qualcun’altro e nello stesso tempo guadagnare qualche soldino:

La consegna peer-to-peer è un servizio molto richiesto, in quanto è:

  • Più veloce delle compagnie di consegna classiche
  • Più affidabile: l’ordine non verrà gettato di mano in mano
  • I clienti sono sempre in contatto con te che in questo caso saresti il “corriere”

Pertanto, le persone sono disposte a pagare per questo servizio, che a volte può fruttare guadagni anche superiori al costo di un biglietto di sola andata. Inoltre, puoi prendere più pacchi contemporaneamente se la destinazione è particolarmente popolare.

consegne p2p

Per cercare clienti, puoi utilizzare servizi specializzati, come Grabr.io, o controllare i gruppi locali su Facebook.

Certo, con il trasferimento di pacchi e documenti tra città non diventerai ricchissimo, ma è un ottimo modo per risparmiare sui biglietti, recuperandone il costo, consegnando merci e aiutando altre persone.

 

 

Autore
Luigi

Ciao, mi chiamo Luigi e scrivo su Universando.com (di cui sono fondatore/gestore) dal 2005. Sono laureato in Economia Aziendale e sono appassionato di boschi, montagna, viaggi e mondo digitale.

Luigi

Ciao, mi chiamo Luigi e scrivo su Universando.com (di cui sono fondatore/gestore) dal 2005. Sono laureato in Economia Aziendale e sono appassionato di boschi, montagna, viaggi e mondo digitale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *