• Accedi
  • Nessun prodotto nel carrello.

Piccolo vademecum per un’estate di studio e relax

Luglio è ormai alle porte, le giornate sono sempre più calde e si fa sempre più fatica a studiare e a restare concentrati sui libri quando la testa è ormai alle vacanze.

E’ possibile quindi riuscire a prepararsi al meglio per gli ultimi esami di luglio, portarsi avanti per settembre e, allo stesso tempo, divertirsi e godersi l’estate?

vademecum-come-studiareLa risposta è sì, basta organizzarsi e applicare alcune semplici accortezze per fare in modo di godersi i mesi più caldi dell’anno.

Stile di vita Cercare di mantenere la concentrazione con il caldo non è facile. Sicuramente aiuta adottare alcune piccole accortezze:

– bere molto, idratarsi aiuta a mantenere la concentrazione (tenere una bibita fresca sempre a portata di mano);

– mangiare leggero;

– cercare di mantenere la temperatura del corpo costante (scegliere un luogo fresco per studiare, magari all’aperto);

– fare alcune brevi pause per un caffè o per un riposino di massimo venti minuti;

– cercare di studiare nei momenti più freschi della giornata e quando si sa di riuscire a concentrarsi meglio;

Vacanze. Chi ha finito gli esami previsti per la sessione estiva e si appresta a godersi il meritato riposo, è il caso che pensi anche all’organizzazione del lavoro per settembre.

Questo non vuol dire non godersi le ferie. L’importante è organizzarsi. E’ utile staccare la spina per un paio di settimane, dimenticare libri ed esami e godersi una bella vacanza. L’importante, però, è non prolungare a oltranza la pausa e tornare carichi per ripartire. Lasciar passare mesi senza toccare libro può essere deleterio nel momento in cui si è costretti a riprendere il ritmo.

Una decina di giorni di completo relax, invece, permettono di rigenerarsi e tornare più in forma di prima, pronti per affrontare gli impegni autunnali.

Mole di lavoro .Se si è arrivati all’estate avendo raggiunto tutti gli obiettivi prefissati, allora si può approfittare del periodo estivo per organizzare il lavoro e per rallentare il ritmo. E’ possibile cominciare a leggere alcuni libri per gli esami di settembre-ottobre, o effettuare esercitazioni, ma mantenendo un ritmo di lavoro più rilassato, anche se ben organizzato.

Se invece si è in una situazione per cui è il caso di ottimizzare il lavoro, allora bisogna approfittare del tempo libero per studiare quanto più possibile. Il suggerimento, comunque, è sempre quello di organizzare una tabella di marcia a cui attenersi, senza trascurare comunque gli amici, un po’ di mare e una buona dose di divertimento.

Nel complesso, quindi, gli ingredienti giusti per un’estate da sogno sono solo un po’ di buon senso, molto spirito di organizzazione e tanta voglia di divertirsi!

0 Giudizi su "Piccolo vademecum per un’estate di studio e relax"

Lascia un Messaggio

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X