• Accedi
  • Nessun prodotto nel carrello.

Università La Sapienza: lezioni a rischio

Anno accademico a rischio per l’Università la Sapienza di Roma che, dopo aver ridotto i dipartimenti del 40% e le facoltà del 60%, chiede al Governo delle risposte concrete sui finanziamenti insufficienti e sullo stato giuridico dei ricercatori: “La Sapienza ha operato per razionalizzare, risparmiare e riprogettare in funzione della qualità. – ha commentato il Rettore Luigi Frati – Se dalla politica non ci saranno risposte, soprattutto finanziare, avremo una didattica da terzo mondo e una ricerca in dissoluzione. In tali condizioni non saremo in grado di iniziare l’anno accademico 2010 – 2011”.

Le facoltà della Sapienza sono state infatti completamente riprogettate secondo una logica di accorpamento e razionalizzazione, passando da 23 a 11 (Economia; Giurisprudenza; Ingegneria; Architettura; Ingegneria dell’informazione, informatica e statistica; Scienze matematiche, fisiche e naturali; Filosofia, lettere, scienze umanistiche, studi orientali; Scienze politiche e sociali; Medicina e psicologia; Farmacia e medicina; Medicina e odontoiatria); stessa cosa per i dipartimenti, ridotti da 106 a 67.

Due facoltà (Lettere e Filosofia e Architettura) hanno già rinviato le lezioni a data da destinarsi.

0 Giudizi su "Università La Sapienza: lezioni a rischio"

Lascia un Messaggio

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

©Universando.com - email: marketing@universando.com
X